Realizzazione di un soppressore di rumore [HUSH HOUSE] per velivoli AMX presso l’aeroporto militare di Treviso

TREVISO SCHEDA
Descrizione progetto
Tabella riepilogativa intervento
Inquadramento tipologia di intervento

Descrizione progetto

La hush house oggetto del lavoro è una struttura ad alto potere fonoisolante e fonoassorbente all’interno della quale il motore del velivolo viene testato e collaudato. La peculiarità dell’opera, rispetto alle solite realizzazioni, è che il motore non viene smontato dal velivolo che entra all’interno della struttura e viene messo in moto previo ancoraggio ad un sistema oggetto della progettazione. Il banco prova è definito dall’unione di cinque unità funzionali composte da elementi strutturali di fondazione ed elevazione in conglomerato cementizio armato ed elementi strutturali in elevazione a struttura metallica.
La progettazione ha interessato le sole opere in c.c.a. mentre la fornitura e progettazione delle strutture metalliche è stata affidata dall’Amministrazione appaltante alla Società svedese HIAK specializzata in acustica.
L’esigenza di contenere al massimo i cedimenti relativi tra le unità funzionali e le caratteristiche del terreno hanno imposto la scelta di fondazioni di tipo profondo, in particolare tutte le unità funzionali della hush house sono fondate su micropali non valvolati di diametro 200mm con armatura in profilo tubolare a sezione circolare di diametro 127mmx10mm. La profondità alla quale sono attestati i micropali è generalmente pari a –10.00m circa. L’impiego dei micropali è stato preferito a quello dei pali trivellati classici per via dell’impiego di attrezzature di dimensioni più contenute e per le elevate capacità portanti raggiungibili con tale tipologia in relazione ai ridotti diametri di perforazione. Sono stati previsti e realizzati 126 micropali. Di seguito le caratteristiche salienti delle parti d’opera:
Main Gate: è la struttura adibita alla chiusura frontale della sala prove realizzata con fondazione di tipo profondo su un totale di n.35 micropali collegati da una sorta di nastro in c.c.a. di collegamento delle testate di larghezza variabile tra 2.55m e 3.0m e sezione alta 0.70m, sagomato all’estradosso in modo tale da consentire l’alloggiamento delle due rotaie.
Main Building: rappresenta la sala prove vera e propria. E’ realizzata con un capannone in struttura metallica la cui fondazione è di tipo profondo su n. 62 micropali collegati da un cordolo perimetrale di sezione pari a 100×50(h)cm.
Augmentor: è il sistema di convogliamento dei fumi di scarico del velivolo con fondazione di tipo profondo su n.8 micropali, costituita da un manufatto a sezione scatolare aperta di lunghezza pari a 9.50m.
Exhaust Stack: E’ il corpo di fabbrica destinato allo smorzamento dell’energia dei gas di scarico provenienti dall’augmentor. La struttura in c.c.a. è costituita da una fondazione su n. 17 micropali collegati da una trave perimetrale di coronamento.
I calcoli strutturali sono stati condotti con il metodo delle tensioni ammissibili in accordo con le Norme Tecniche del 1996. L’analisi strutturale è stata condotta utilizzando il codice di calcolo Win-Strand prodotto dalla ENEXSYS S.r.L. Via Tizzano 46/2 Casalecchio di Reno (Bologna).

Tabella riepilogativa intervento

INTERVENTO Realizzazione di un soppressore di rumore (Hush House) per velivoli AMX presso l’aeroporto militare di Treviso
UBICAZIONE INTERVENTO Treviso
PERIODO 2004/2005
COMMITTENTE Alcatel Italia S.p.a, Via Lucchese 33 – Sesto Fiorentino (FI)
IMPORTO LAVORI 205.000 €
IMPRESA ESECUTRICE
DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SVOLTO Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo
STATO DI ATTUAZIONE Ultimato
DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO Realizzazione delle opere civili necessarie alla costruzione di un soppressore di rumore adibito a banco prova per aeroplani militari tipo AMX.

Inquadramento tipologia di intervento

CATEGORIA DESTINAZIONE FUNZIONALE ID Opere

Corrispondenze

IDENTIFICAZIONE DELLE OPERE GRADI DI COMPESSITA’

G

L. 143/49 Classi e categorie

D.M.
18/11/1971

D.M.
232/1991

Strutture Strutture speciali S.06 I/g IX/c III Opere strutturali di notevole importanza costruttiva e richiedenti calcolazioni particolari – Verifiche strutturali relative – Strutture con metodologie normative che richiedono modellazione particolare: edifici alti con necessità di valutazioni di secondo ordine 1,15