Progetto delle fondazioni per l’ampliamento e adeguamento della casa di cura “Madre Fortunata Toniolo”

toniolo_1toniolo_2toniolo_3
Descrizione progetto
Tabella riepilogativa intervento
Inquadramento tipologia di intervento

Descrizione progetto

E’ stato progettato il sistema fondale dell’ampliamento della Casa di Cura “Madre Fortunata Toniolo” da realizzarsi in Comune di Bologna in via Toscana, 34.
La nuova ala dell’ospedale sarà edificata in aderenza a due corpi della struttura già esistenti e sarà dotata di un piano completamente interrato.
La capacità portante dei pali è stata valutata nell’ipotesi di pali isolati di fondazione: i plinti su pali che costituiscono la fondazione della sovrastruttura sfruttano pali posti ad interasse tale da ridurre le interferenze tra gli elementi rendendo lecito trascurarle.
Il numero di pali di ogni tipologia di plinto è funzione dell’entità delle sollecitazioni afferenti ogni picchetto: al fine di limitare ed uniformare nella maggiore aliquota possibile i cedimenti del sistema fondale delle opere di progetto (la funzionalità è certamente un criterio progettuale di primaria importanza data la tipologia di intervento) si è cercato di livellare il carico assiale cui saranno soggetti i pali.

1.Caratterizzazione geologica
Grande importanza va attribuita alla caratterizzazione geologico/geotecnica del sito oggetto di intervento e, soprattutto, l’elaborazione di un affidabile ed accurato modello geotecnico sono fasi fondamentali in una situazione progettuale come quella oggetto del presente documento e ne costituiscono la parte propedeutica iniziale.
La campagna di indagini geotecniche in sito è consistita di:

  • 2 sondaggi con prelievo di N.ro 8 campioni indisturbati o parzialmente disturbati di terreno sui quali condurre le prove di laboratorio;
  • 5 prove penetrometriche statiche CPT;
  • Indagine geofisica tipo MASW;
  • Prove di laboratorio:
    • Prove per la misura dell’indice di plasticità
    • 3 prove edometriche
    • 4 prove triassiali (2 TX CD – 2 TX CIU)
    • 2 prove di compressione non confinata
    • 2 prove di taglio diretto

2.Modello geotecnico
Il modello geotecnico deve essere in grado di rappresentare al meglio le proprietà meccaniche del suolo in funzione del tipo di verifica che di volta in volta si sta conducendo e dell’approccio di calcolo cui si fa riferimento.

Strato Altezza Litologia
da m a m m  
0 -1.5 1.5 Strato essiccato superficiale
A -1.5 -6.5 5 Argille superiori
B -6.5 -10.5 4 Ghiaia/sabbia
C -10.5 Argille grigio-azzurre inferiori


3.Geometria fondazioni
E’ stata effettuata una ripartizione delle azioni statiche e sismiche, che sono state fornite dai progettisti delle strutture in elevazione, tra i pali presenti in ogni plinto.
Nonostante l’argomento del calcolo della capacità portante su pali sia forse quello più analizzato in campo teorico ed applicativo, la progettazione e la verifica di un palo singolo non sono comunque scevre da incertezze, come testimoniano anche le continue ricerche in materia e i numerosi differenti approcci esistenti.

Tabella riepilogativa intervento

INTERVENTO Ampliamento casa di cura  “Madre Fotunata Toniolo” in via Toscana, 34 a Bologna.
UBICAZIONE INTERVENTO Via Toscana, 34 Bologna (BO)
PERIODO 2012-2013
COMMITTENTE Casa di cura “Madre Fotunata Toniolo”
IMPORTO LAVORI
IMPRESA ESECUTRICE
DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SVOLTO Progetto esecutivo delle fondazioni dell’ampliamento della casa di cura “Madre Fotunata Toniolo”
STATO DI ATTUAZIONE Ultimato
DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO Ampliamento e adeguamento casa di cura “Madre Fotunata Toniolo”

Inquadramento tipologia di intervento

CATEGORIA DESTINAZIONE FUNZIONALE

ID Opere

Corrispondenze IDENTIFICAZIONE DELLE OPERE GRADI DI COMPESSITA’

G

L. 143/49 Classi e categorie

D.M. 18/11/1971

D.M. 232/1991

Edilizia Sanità, Istruzione e Ricerca

E.10

I/d

I/b

Poliambulatori, Ospedali, Istituti di ricerca, Centri di riabilitazione, Poli scolastici, Università, Accademie, Istituti di ricerca universitaria 1,2